Vi spiego le cose ovvie...datemi solo il tempo di capirle

lunedì 2 giugno 2008

Lavoro dunque vivo







Il lavoro può nuocere gravemente alla nostra salute,di sicuro nuoce alla qualità della nostra vita e al nostro tempo libero.Il lavoro è una astuta forma di schiavitù dove l'individuo viene lusingato con una qualifica altisonante ,di solito in inglese,perchè si convinca di ricoprire un ruolo di primo piano all'interno della Società ma in realtà viene pagato poco per un lavoro che a qualcuno rende molto.Il lavoro sottrae tempo,la cosa più importante al mondo perchè non si potranno ricomprare gli attimi o i pomeriggi che si sono persi.In compenso il lavoro è una grande risorsa per coloro che non lavorano e vivono del lavoro altrui.Sono spesso questi figuri che ti stimolano ad essere puntuale e quando torni a casa tardissimo ti dicono:"Ma hai già finito?"
Un paio di cazzate(non potevano mancare)per tentare di strappare un sorriso a quelli che hanno fatto del lavoro una ragione di vita(ma sorridete ancora qualche volta?).


Dinamica società che sviluppa ambienti integrati per l'E-Commerce Mobility cerca Key&Doors Manager (portiere) per il suo dipartimento Logistic. Il K&DM lavorerà in staff con il Car Layout Advisor(posteggiatore) e risponderà direttamente al Condominium Administrator. Time consumers astenersi!


Primario internet-café cerca Cheese Distribution Leader (CDL). Il candidato ideale, opera in stretta collaborazione con lo SCD (Spaghetti Cooking Departement) per cospargere i piatti con il grana. Costituisce fondamentale prerequisito esperienza precedente nel settore della semina o distribuzione di mangime ai piccioni nel parco.


Principale operatore del settore telecomunicazioni cerca un Main Competitor Sputtaner (MCS). L'MCS avvicina i clienti della concorrenza e parla male dei loro attuali fornitori. Il candidato ideale ha esperienze di call center, spionaggio industriale e/o vendita del Colosseo. Costituisce titolo preferenziale la disponibilità al suicidio se scoperti.

4 commenti:

glò ha detto...

del lavoro una ragione di vita? ne conosco una in particolare (non nascondo nel dire che è la mia capa "femmina" e lo sottolineo visto la sua posizione molto ben vista dall'azienda) che ha raggiunto il summit della sua posizione "fidanzandosi" col suo capo....
quando la ragion di vita diventa un facile "arraffamento" di posizione è facile....
Ed io che son sindacalista (e non estremista) a volte mi ritrovo IO a spiegarle certe procedure filo-aziendali...
che vuoi fà robi? non m'incazzo, solo la scavalco quando si tratta di far valere alcuni semplici diritti... di noi dipendenti che le lustrano il popi (scusa la parola) per mostrarsi bella....
sei adorabile, come sempre....
Glò (e scusa lo sfogo, ma quante realtà ci sono simili alle mie? un'infinità...)
Bacio, buona festa.

Lanza ha detto...

Glò:grazie per l'intervento,buona festa anche a te..

Rebecca ha detto...

Quanto è vero che il lavoro può rendere schiavi. E' il caso di chi non lavora per vivere, ma vive per lavorare. Sempre interessanti le tue immagini. Ciao

lilu8 ha detto...

Mi fai sentire meglio nell'avere poche etichette sociali e per gran parte incomprensibili (ma non per l'inglese ;)

 
Clicky Web Analytics