Vi spiego le cose ovvie...datemi solo il tempo di capirle

mercoledì 6 agosto 2008

Riconoscersi



Eric Fischl - Sleepwalker




Eric Fischl - Bayonne


Credo che ciascuno abbia ascoltato almeno una volta una canzone che sentiva in qualche modo parlasse della sua vita e del suo modo di essere.La mia è questa:

Francesco De Gregori – Piano Bar

Uno scudo bianco in campo azzurro è la sua fotografia.
Chiunque lo conosca bene può chiamarlo senza offesa
'uomo di poca malinconia'.
È un pianista di piano bar,
vende a tutti tutto quel che ha.
Non cercare di vederlo piangere
perchè piangere non sa.
Nella punta delle dita poco jazz,
poche ombre nella vita.
Solo un pianista di piano bar
e canterà finchè lo vuoi sentire,
non ti disturberà,
solo un pianista di piano bar
e suonerà finchè lo vuoi sentire
non ti deluderà.

Questo strano tipo di bambina vuole la compagnia,
la risata forte, l'amicizia a cena, ama se stesso senza allegria.
È un pianista di piano bar, è un poeta di varietà,
non cercare di vederlo piangere
perchè piangere non sa.
Sulla punta delle dita poco jazz,
poche ombre nella vita.
Solo un pianista di piano bar
e canterà finchè lo vuoi sentire,
non ti disturberà,
solo un pianista di piano bar
e suonerà finchè lo vuoi sentire
non ti deluderà.


9 commenti:

Anonimo ha detto...

Adoro questa canzone!
La citazione di Seneca è favolosa.
Alone Together è il pezzo jazz che più mi piace....per il significato ho risposto al tuo commento nel mio blog, perchè è un pò lungo ;-))
Ciao
Audrey

Lanza ha detto...

@Audrey:anch'io ho proseguito il discorso dove è nato.Grazie per avermi fatto capire che ogni fatto ha nella nostra vita l'importanza che siamo disposti a concedergli.

Anonimo ha detto...

Umhhh...da dove inizio?
Da qui.....cinica la tua risposta sia qui che dall'altra parte, ma direi che non si discosta da quella che è la vera natura maschile ;-)). Spero non la prenderai come un'offesa, perchè non vuole esserlo, è solo una constatazione.
L'importanza di un fatto dipende anche da quanto questo ti ha coinvolto...e da quanta fiducia avevi nella persona che ha messo in atto il tutto. :-P
Ho letto il post sull'amore....mi hai fatto sorridere, soprattutto perchè non mi ritrovo in nessuno dei tuoi stereotipi di donna........le famose 3 parole non sono mai riuscita a pronunciarle, se non quando era già troppo tardi...perchè alle parole in genere tendo a dare il peso che meritano, anzi direi eccessivo.....non riuscirei mai a guardare qualcuno e a pronunciarle allegramente, perchè questi si aspetta che gliele dica ;-))
Il pezzo jazz direi che è intimista...sono d'accordo con te i martini aiutano a digerirlo più piacevolmente...soprattutto se hai difronte uno dei tuoi stereotipi di donna ;-))))))))))))
Audrey

Lanza ha detto...

@Audrey:si sono cinico ma ho imparato che le persone possono essere al massimo piacevoli compagni di un tratto di vita.Non intendo concedere a nessuno il potere di intristire la mia vita con la sua semplice assenza.Mi sono stufato di fare il vaso di coccio tra vasi di ferro.Tu ancora no?

Anonimo ha detto...

In un certo senso sì, sono d'accordo con te, soprattutto in questo momento della mia vita.......però penso che alla lunga in cinismo ti dia una sensazione di forza solo apparente, ma la sostanza sia ben diversa: gran solitudine e mancanza di fiducia totale.
Ci sarà un altro vaso di coccio in giro, che sia orgoglioso di esserlo ;-))
Audrey

Lanza ha detto...

@Audrey:credo che non esista un modo di vivere che vada bene per tutti.Il tuo però è incantevolmente disarmante,pieno di ottimismo e fiducia nel prossimo.Non cambiare mai se puoi:)

Anonimo ha detto...

Ti ringrazio, se mai cambierò sarà perchè ho trovato pessimi uomini sulla mia strada, non perchè ci creda veramente.
Audrey

RazzaCorta ha detto...

Ehm... toc toc! Scusate, non vorrei interrompere! :D
Volevo solo dire la mia, inteso come il brano che parla di me. Io ne ho una che mi fa star sempre bene quando l'ascolto, anche se ho un pò di pensieri per la testa. E' "Sittin' on the dock of the bay" di Otis Redding. Alcuni versi li sento molto vicini al mio modo d'essere, ma, su tutto, la cosa che più mi convince che questa canzone parli di me è il fatto che, per fortuna, non l'associo a niente e a nessuno, per cui è solo mia. Da anni.
Poi c'è chi dice che la canzone che meglio parla di me si "La strega" di Vasco, ma queste son altre storie...

Lanza ha detto...

@RazzaCorta:la prima canzone è bellissima,un classico direi.Ma devo dire che ad essere sincero un pò streghetta ti vedo:)

 
Clicky Web Analytics