Vi spiego le cose ovvie...datemi solo il tempo di capirle

martedì 9 settembre 2008

Buoni e cattivi



George Rodrigue - Party Animal



George Rodrigue - Secret Service Dog


A volte sembra che il tempo si sia fermato,che non trascorra.Ogni Otto di Settembre ci tocca assistere alle solite diatribe oramai in fotocopia.Invece di essere un giorno dedicato al ricordo delle vittime di una immane tragedia e alla riflessione sull’intrinseca stupidità della guerra ci si ostina a sostenere che una camicia vestiva i buoni ed un’altra i cattivi.Il giudizio su quegli anni dovrebbe essere affidato alla Storia e a noi non dovrebbe restare che il silenzioso omaggio.Personalmente sono andato come sempre al Milan War Cemetery dove riposano quattrocento soldati che hanno nomi stranieri ma che da noi hanno trovato la morte non per difendere la loro nazione ma per una solidarietà più alta e più ampia.Loro come gli altri sono morti pensando di contribuire ad un mondo migliore.Almeno sono morti con un sogno e un ideale.Noi moriremo difendendo il nostro 47 pollici al plasma.Che di ideali non ce ne sono rimasti.Non parliamo poi dei sogni.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Concordo in pieno!
Audrey

Lanza ha detto...

@Audrey:mi fa molto piacere come puoi immaginare.Ciao

lamicragna ha detto...

io sono una che ha dei valori.
non mi aggrapperei mai ad un televisore al plasma simbolo della sporca opulenza occidentale.
io credo solo nel valore dei fanghi termali.

Lanza ha detto...

@Lamicragna:e fai bene;)

RazzaCorta ha detto...

sei amaro. ma realistico. a volte mi domando: ma c'è qualcosa per cui lotterei fino a morirne? non lo so. forse per la mia famiglia. oggi come oggi, è tutto così superficiale che ogni cosa lascia il tempo che trova.

ps: però picchierei per un biglietto per la finale di champions. ma credo non valga... e poi già lo sai... :D

Lanza ha detto...

@RazzaCorta:la finale di Champions...ma forse è meglio essere scaramantici:)

Rebecca ha detto...

Quanto sono giuste queste tue parole, ma, specialmente qui da me, la memoria è sempre una sola. Con affetto.

 
Clicky Web Analytics