Vi spiego le cose ovvie...datemi solo il tempo di capirle

venerdì 14 novembre 2008



Robert Mapplethorpe - Hermes




Robert Mapplethorpe - A season in hell


Ieri dal parrucchiere,tra gli obbligatori discorsi sulla crisi che avanza inesorabile e la pioggia che implacabile dimezza i clienti,sfogliavo una di quelle riviste di gossip che si fanno gli affari di tutti per permettere alla gente di non pensare ai propri:prevedibilmente era tutto uno squittire di giovani donne dal fisico scultoreo e dalle idee chiare,sbarcate in Italia perchè qui da noi c'è un talento particolare per innalzare il nulla e mortificare il merito.Essendo donne di cosa potevano ragionevolmente parlare?Ma d'amore,naturalmente ed essendo noto che l'amore è cieco le signorine in questione si guardavano bene anche solo dal passare in Corso Unione Sovietica a Torino:avrebbero potuto innamorarsi di un operaio Fiat,magari cassintegrato.Sculettando per il Montecarlo Yacht Club invece,i rischi di venire a contatto con il Paese reale si riducevono sensibilmente.Da non trascurare poi che la legge sulla prostituzione colpisce solo quelle incaute che lo fanno a piedi,per strada,senza un minimo di classe e senza una Ferrari sotto il roseo sederino.

6 commenti:

Antonella ha detto...

essendo donne di cosa potevano parlare?! Ma Robi, non vorrai svilirmi così tanto l'Amore da considerarlo un argomento di gossip? Diciamo che c'è chi in nome dell'amore compie azioni che con l'amore non hanno niente a che fare. ma lo stesso vale per l'amicizia , l'amor di patria ecc. ecc. povere donne che fanno così e poveri uomini a cui piacciono donne che fanno così. Ma l'amore è un tema altissimo ( e se te lo dice una donna ci puoi credere.) Baci

Lanza ha detto...

@Antonella:amore?.ma l'amore non esiste,è solo un'invenzione per prenderci in giro.

Anonimo ha detto...

Giusto, tutto giusto. Anche che le donne parlano sempre d'amore. Annoiano anche me che sono donna!!
Tranquillo, Robi, a un certo punto della nostra vita non ne parliamo più... l'amore e gli uomini ci vengono a noia, dopo tanto parlarne!

Per quanto riguarda la parte più seria, condivido pienamente che questo sculettare in cerca di un pollo che eroghi contributi per "talenti" nascosti sia una forma subdola di prostituzione e che nessuna legge potrà mai colpire.

Saggio.
Linda

RazzaCorta ha detto...

Ed è per questo che rimpiango di non aver tentato la strada da velina, tempo addietro. Oggi, magari, sarei ricca e fidanzata con un calciatore. Ma come una "cretina" ho preferito la strada più noiosa, in salita e decisamente meno remunerativa.

E non posso neanche far retro marcia, ormai. A 28 anni sono troppo vecchia per fare un calendario... tu che dici?

Sei provocatorio come sempre. Ma, come sempre, nella caricatura c'è una massiccia dose di verità. Purtroppo, oggi, tentar di dimostrare di valere qualcosa è tempo perso. Meglio provare ad entrare al Grande Fratello, oppure un Gratta&Vinci.

le2lei ha detto...

è per questo che io, donna, a volte, non mi ci sento per nulla.
per fortuna o no?
ai poster(i) l'ardua sentenza!

lilu8 ha detto...

Più che la questione del gossip (abbiamo sempre amato tutti farci i fatti degli altri, sia che si tratti del vicino, sia che si tratti del personaggio "pubblico" di turno), io sottolinerei questa frase, "qui da noi c'è un talento particolare per innalzare il nulla e mortificare il merito". Sono tristemente d'accordo. Se mi viene fuori una figlia che mi dice di voler fare la velina come faccio a combattere educativamente contro la onni-presente maria de filippi? Non c'è scontro...

 
Clicky Web Analytics