Vi spiego le cose ovvie...datemi solo il tempo di capirle

mercoledì 3 marzo 2010

I think I must have been crazy

Carlos Alberto Cadavid - Pagliacci


Carlos Alberto Cadavid - Cupola



Consapevole di rischiare di apparire oltremodo ingenuo confesserò che non considero il fatto che Santoro,Vespa & C. non vadano in onda per un mesetto un fatto di gravità tale da catapultarci in Iran.Queste trasmissioni,a mio avviso,si inseriscono perfettamente nel panorama dell’informazione italiana,preoccupata più di reggere il gioco ai rispettivi padroni e amici dei padroni che a dare le notizie.Infatti di notizie da questi signori ammetto di averne apprese poche o nessuna:in compenso ho potuto assistere a demonizzazioni e beatificazioni,mai ad un’analisi serena delle colpe e dei meriti del Governo e del suo capo.
L’unica trasmissione ad avermi stupito per l’assenza di livore e servilismo,sostituiti da carte scritte,documenti vari e dati inconfutabili è stata “Report” della bravissima Gabanelli,coadiuvata dal suo staff.Confesso che quando vidi che all’Arsenale di Taranto migliaia di persone percepivano lo stipendio pur non avendo nulla da fare perchè i lavori erano stati appaltati a ditte esterne e passavano il tempo giocando a carte,il giorno dopo mi sarei aspettato di vedere la notizia sui principali quotidiani.Non una riga.Se questa è informazione.

12 commenti:

Anonimo ha detto...

Report ha fatto sempre lo stesso effetto anche a me: avere l'impressione che il giorno dopo sarebbe scoppiato lo scandalo, la bomba, la notizia del secolo... Invece, il nulla totale.

Ciao, Linda

enrica ha detto...

Sono completamente d'accordo con te e sono felice che tu l'abbia detto!

Bastian Cuntrari ha detto...

Hai ragione, come (quasi...) sempre. Non mi ero resa conto di essere mitridatizzata a questo strano modo di recepire gli "approfondimenti" sino a che non ho letto il tuo post. Sarà che vanno di pari passo con lo strano modo di fare politica e ad esso si adeguano: insulti, urla e grida.
L'unica trasmissione che mi manca è Omnibus, su La7, la mattina. Di solito lì non ci si parla sopra, non si interrompe, non si strilla. Di solito... tranne quando tra gli ospiti c'è quella faccia di tolla di Stracquadanio, un becero gallinaccio maleducato...

Quanto alle inchieste di Report e alla eco pressoché nulla che hanno sui quotidiani, più di tanto non mi meraviglio: a costo di sembrare giudizialista, il giornalismo investigativo e di denuncia - sulla carta stampata - è morto e sepolto e l'unica chanche rimasta è l'intervento della magistratura. Quando e se può.

Censorina ha detto...

Non ci mancano di sicuro. E' rimasta la Setta al pomeriggio, che a me piace molto, ma ora parla di altri problemi che a volte sono più interessanti della politica. Ciao Roberto.

Anonimo ha detto...

pure a me manca Omnibus del mattino.....il resto è immondizia .......ne siamo sommersi....
report.....c'è di che in..alberarsi di brutto....ricordo quando parlò dei comuni che avevano investito nei derivati....
adesso capisco certe bollette assurde....
buona serata
carla
ps...riesco solo a guardare i cartoni animati...scusate....

enne ha detto...

In linea di massima trovo che tu abbia ragione: quei programmi, Report a parte, non hanno mai fatto informazione, ma inutile cicaleccio.
Tuttavia, "proibire" è antiliberale.
Vietare anche.
Li avessero lasciati parlare: non avrebbero aggiunto o tolto nulla.
Ciao Roberto.

Lanza ha detto...

E'vero,Linda cara:mentre guardi pensi che il giorno dopo fioccheranno avvisi di garanzia.Invece neppure due righe.

Cara Enrica,credo che la situazione sia sotto gli occhi di tutti.Sono io a ringraziare te per l'intervento.

Bastian carissima,anch'io odio il parlarsi sopra,che ormai sospetto sia diventata una precisa tattica per "buttarla in caciara" evitando di dare risposte che forse non ci sono.
Permettimi un solo appunto:il giornalismo di denuncia segnala i fatti sperando che poi provveda la Magistratura(che evidentemente tv ne guarda poca).Ciao

Giustamente,Paola cara,possiamo farne tranquillamente a meno.

Di fronte a certe segnalazioni rimaste lettera morta,Carla,ci sarebbe da porsi domande imbarazzanti.

Condivido in pieno,Nico bella:non sono pietre miliari della democrazia,avrebbero potuto continuare e non avrebbero fatto danno (come in passato,del resto).

Zelda ha detto...

Non sono d'accordo.
Posso avere riserve su queste trasmissioni, che non guardo quasi mai,ma cancellarle è stato un atto censorio illiberale e schifoso.

Lanza ha detto...

Zelda cara,per me non è stato così grave sospendere temporaneamente qualche trasmissione di approfondimento.Ma ritengo che il tuo punto di vista più che rispettabile.Ciao

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo con il pensiero, oltretutto la tv la guardo poco e non mi piacciono certe trasmissioni faziose e urlate.
Svivi

Gians ha detto...

Un conto sono le inchieste, altro sono le trasmissioni di approfondimento politico, nell'ultimo caso sfido chiunque a essere imparziale, tuttavia è il metodo l'unico elemento su cui prendere posizione. Infatti certa tivù è al soldo del suo proprietario altra invece dovrebbe essere libera e al soldo dei cittadini, quindi è evidente che qualcuno si impossessa di qualcosa di non suo. Un saluto.

Lanza ha detto...

Svivi cara,d'accordo su tutta la linea.Ciao

Questa credo sia la differenza, Gians:odio i pollai in generale e certe risse travestite da approfondimenti in particolare.

 
Clicky Web Analytics