Vi spiego le cose ovvie...datemi solo il tempo di capirle

giovedì 1 maggio 2008

Lavorare stanca






Il lavoro non ha mai ammazzato nessuno, ma perche' rischiare di essere la prima vittima? (Charles McCarthy)


Una societa' fondata sul lavoro non sogna che il riposo. (Leo Longanesi)


Con la crescita zero il Paese invecchia. Tra un po' avremo un pensionato a carico di ogni disoccupato. (Altan)


Il lavoro e' il flagello della classe dei bevitori. (Oscar Wilde)





Il lavoro è un vero enigma:chi ne è privo lo cerca e quando lo ha raggiunto lo critica,chi ne ha uno ne farebbe volentieri a meno se non fosse per il denaro.Allora forse il problema non è il lavoro ma il denaro.Quasi tutti rinuncerebbero al loro lavoro se percepissero ugualmente il compenso.La discriminante a questo punto è la passione:chi fa il suo lavoro con passione continuerebbe a farlo anche senza compenso o quasi,chi lo vede solo come un mezzo per sopravvivere ne farebbe volentieri a meno se ne avesse la possibilità.

1 commento:

Rebecca ha detto...

A fronte di chi lavora per vivere c'è anche chi vive per lavorare.
Come giustamente dici, la passione è fondamentale: è quella che non ti fa contare le ore, i sacrifici. La virtù però sta sempre nel mezzo e non è facile raggiungerla.
Hai ragione comunque: chi non ha il lavoro si lamenta, chi ce l' ha: anche.

 
Clicky Web Analytics