Vi spiego le cose ovvie...datemi solo il tempo di capirle

giovedì 21 maggio 2009

Dunwich Beach,Autumn 1960




Colle Don Bosco (AT)

Conoscere sè stessi.A volte può essere più del motto di una truffaldina multilevel marketing. Pensando a noi utilizziamo un'immagine idealizzata e non ci vediamo mai come ci vedono gli altri. Sostituire alla idealizzazione la constatazione di quello che siamo realmente e del nostro vero valore è un'esperienza da incubo.Spazzato il campo dalle bugie di una vita ora possiamo guardarci allo specchio:conosciamo il nostro valore e possiamo lasciare agli altri sogni ed amenità.Sappiamo esattamente ciò che vogliamo e conosciamo il modo per ottenerlo.Quando ci diranno che siamo dei mediocri sorrideremo:la nostra forza è che il mondo è popolato da un mare di mediocri inconsapevoli di esserlo.

7 commenti:

Censorina ha detto...

Mi sono accorta che sto invecchiando. Oggi al supermercato dimenticavo gli affettati al banco, alla cassa ho sbagliato le monete, poi non trovavo le chiavi della macchina. Finora mi credevo sprint, anche se nonna. E' meglio che mi guardi bene allo specchio dentro e fuori per evitare di vedere una sprint dove c'è un catorcio.
A Colle Don Bosco sono stata alcuni anni fa. Luogo di grande respiro. Ciao Roberto.

RazzaCorta ha detto...

Sono d'accordo in parte con te. Nel senso che, sì, non ci vediamo mai come gli altri ci vedono (il che poi è in gran parte motivo di seghe mentali su presunte incomprensioni, incompatibilità e via discorrendo). Ma credo che questo non accada perchè siamo noi ad aver un'immagine idealizzata della nostra stessa persona. Al più può esser un pò viziata, dalla poca oggettività. Ma è quella dell'osservatore esterno che non è mai abbastanza completa. Per quanto vicino egli possa esserci (parente, amico, amante), non avrà mai la panoramica su testa e cuore che noi abbiamo di noi stessi. Nel bene. Ma anche nel male.

Credo.

Lanza ha detto...

@Censorina:conoscersi significa anche quello.

@RazzaCorta:d'accordo sul fatto che gli altri non potranno mai conoscerci a fondo,ma anche noi pensiamo all'immagine di noi stessi che abbiamo costruito più che a quello che realmente siamo.O sono solo io?:)

la bislacca ha detto...

La cosa strana è che io mi vedo molto peggio di quanto non mi vedano gli altri. In linea di massima, eh?
Perchè può essere che sia piatta, incolore e scialba. Esattamente come una vecchia ciabatta sformata.

Lanza ha detto...

@La Bislacca:a questa ipotesi non avevo pensato.Ma a volte sottovalutarsi è un ingegnoso modo per avere piacevoli sorprese.

la bislacca ha detto...

Ti giuro che la mia non è una strategia.

Lanza ha detto...

@La Bislacca:penso che un'eccessiva opinione di sè sia causa di atteggiamenti spesso ridicoli ma la consapevolezza dei propri mezzi aiuta.

 
Clicky Web Analytics