Vi spiego le cose ovvie...datemi solo il tempo di capirle

venerdì 5 novembre 2010

Forget that I'm fifty cause you just got paid

    Chess Jest - Joanne Taylor


Ho passato un periodo di tempo nel quale ogni cosa che avrei voluto scrivere veniva da me stesso bollata quasi subito come una stupidaggine di nessun interesse.Anche quello che leggevo,invece di stimolare qualche idea,mi deprimeva sempre più.Ce n’era per tutti:Cesari e Rubyconi,il Santo Padre sempre ben piazzato,escort varie a ruota libera,Milan-Juve 1-2 (tiè).
Post sostanzialmente identici a quelli di sei mesi o un anno fa e destinati a replicarne la sorte:proteste indignazione e solidarietà un tanto al chilo che mai arriveranno ai destinatari ma alimenteranno l’allegro girotondo del “commentami che ti commento”.
L’intrinseca genialità del sistema è quella di farci sentire liberi e protagonisti fornendoci uno spazio dove esternare le nostre opinioni,ben sapendo che l’influenza sul mondo reale sarà nulla.”Maestà,la gente è stanca e insoddisfatta.Diamo loro qualche server per sfogarsi,intanto che noi continuiamo a fare i nostri affari e i nostri comodi.”

16 commenti:

Bastian Cuntrari ha detto...

... mmm...
Incasso la tirata d'orecchie e - detto fra te e me, sottovoce - avrei preferito molto trovarmi con gli amici per una pizza e dire le stesse cose battendo il pugno sul tavolo. Ma sono una solitaria, e così mi "sfogo" sul blog. Ma è lo stesso deprimente.
Unica soddisfazione di questi giorni?
Milan-Juve 1-2: tiè pure iooo!

wildestwoman ha detto...

ti commento e non chiedo nulla in cambio

resto dell'idea che il blog sia un buon modo per fare girare le idee

enrica ha detto...

Caro Roberto,
la voce anche solo di uno non sarà mai solo uno sfogo. La dimostrazione di ciò è la quantità di lavoro e di personale impiegata dalle persone importanti per seguire quel che si dice di loro: media, blogs, scritte sui muri e segnali di fumo, tutto conta per loro. Non parlo solo dei politici ma anche industriali, sindacalisti di spicco, uomini di spettacolo. A volte una voce sola può creare un grande cambiamento, anche se non visibile ad occhio nudo.
Odio l'idea dello scambio dei commenti... Personalmente commento solo quello che m'interessa, o m'ispira...
Buon weekend Roberto, davvero!

Lanza ha detto...

Nessuna tirata d'orecchie Bastian, non mi permetterei mai,neppure virtualmente.A volte,magari in periodi di stanca,mi capita di pensare alla sostanziale autorefenzialità di post,commenti etc.Ma non pensavo concretamente a nessuno,anzi devo sempre ringraziare tutti per il tempo che mi dedicano.Sono solo un pò annoiato,vedrò di trovare un modo per svagarmi.Ad ogni modo forza Juve,sempre:)

Leggo sempre gli aggiornamenti del tuo blog,WW ma confesso che spesso i temi che tratti sono così eterei che mal si prestano ad un commento.Sono d'accordo:il blog serve a far circolare le idee,peccato che circolino tra quattro gatti.In senso buono,s'intende.

Non metto in dubbio l'interesse nutrito da politici e simili per quello che si dice di loro e non solo.Quello che faccio fatica a vedere,Enrica cara,è l'effetto che le opinioni altrui hanno nei loro comportamenti.Credo,a dire il vero,che queste persone abbiano chiaro il concetto che la maggioranza delle persone si interessa solo di quello che la tocca in prima persona,e si comportino di conseguenza.Buon weekend anche a te e grazie.

wildestwoman ha detto...

temi eterei? sinonimo di inconsistenti... :)
non pretendo certo di essere un'opinion maker...
ciao

Anonimo ha detto...

Robi, anche se soggetti i tuoi post con la dicitura "cazzate", le cose che scrivi non lo sono mai. Sei un'intelligenza raffinata e un acuto osservatore del mondo, per niente ripetitivo, magari un po' burbero e pure brontolone, ma leggerti, per quel che mi riguarda, è un piacevole momento di riflessione, da molto tempo ormai. Anzi, ti dirò, sono io che mi mi chiedo come faccia uno come te a commentare una madre-lavoratrice-monotematica come me...
Ti abbraccio, caro amico, e aggiungo che saresti stao un bravo editorialista, invece...
Linda

Zelda ha detto...

se non scrivi, mi manchi,sia dal punto di vista dell'acutezza delle tue opinioni,sia per la persona che sei

Lanza ha detto...

WW – Etereo voleva essere un complimento:il tuo è un blog che si legge piacevolmente, imprevedibile al punto giusto,dove non si può mai sapere o immaginare di cosa parlerà il prossimo post.Alterni citazioni colte e spesso interessanti a post nei quali parli di te stessa con semplicità e naturalezza. Parecchie volte di fronte a quello che scrivi il commento mi sembra superfluo o fuori luogo,ma forse questo è un mio problema.

Linda – Se volevi mettermi in imbarazzo credo che tu ci sia riuscita perfettamente, neppure a mia madre avrei potuto chiedere parole simili.Oltre a ringraziarti e a dirti che hai esagerato e non poco,posso solo ripeterti quello che già sai:ti considero una persona speciale,incredibilmente profonda nella tua semplicità,una persona positiva e solare che riesce sempre a fare la cosa giusta anche se a volte è costretta a riflettere sulle mille ingiustizie e cattiverie che avvelenano il mondo.Sono orgoglioso di essere tuo amico e non smetto di considerarlo un enorme privilegio.Ti abbraccio.

Zelda – Sei gentile ad accorgerti della mia assenza e a dirmi queste parole.Ho sempre avvertito una sorta di affinità tra noi due, quasi come se condividessimo inquietudini e paure.Anche per me sei una persona fuori dal comune:corretta sino all’eccesso,un po’ timida e scontrosa,intelligente come poche.Per me la tua amicizia è molto importante,ma questo già lo sai.Un bacione.

Anonimo ha detto...

a te piacciono le persone problematiche... :)
WW

Lanza ha detto...

WW - Ammetto di avere una predilezione per le personalità complesse,anche se spesso mi trovo ad ammirare la semplicità e la genuina trasparenza.Sicuramente sono una persona che ama gli estremi.

Censorina ha detto...

Ogni tanto passo di qui: ultimamente la porta è sempre chiusa. Oggi una piccola apertura per dire che scrivere non serve, non cambia le cose. E chi te lo dice? Non sempre commentiamo gli altri per essere ricambiati: il do ut des qualche volta è inevitabile, ma non è l'essenziale. A me piace leggere quello che scrivono gli altri, se li apprezzo. Ciao.

missminnie ha detto...

io penso che noi siamo dei fortunati. perchè pensiamo e scriviamo, esterniamo, ci indignamo, prendiamo atto, c'incazziamo, lo diciamo : abbiamo reazioni. magari un pochino narcisisti, ma va bene. pensa quelli catatonici che guardano c'è posta per te e pensano che lì sia il mondo vero, che maria sia la loro sorellina mancata, che sanno tutto di sara scazzi e della corda che la strangolò, che si bevono minzolini senza porsi un barlume di dubbio....tristemente confondibili con una poltrona di aiazzone .

nic ha detto...

Per me il blog è sempre stato uno "sfogatoio": non ho mai avuto la pretesa di contribuire a chissà cosa.
Pian piano mi sono accartocciata su me stessa, e adesso scopro di non avere più argomenti.
me la prenderò comoda, in attesa di tempi migliori.
Notte Roberto.
La rediviva

Lanza ha detto...

Cara Censorina,forse il tuo è il modo più corretto di interpretare blog e blogger.Un caro saluto.

Siamo fortunati,Minnie?Forse.Il problema è che stiamo qui ad esporre il nostro pensiero a chi è consapevole come noi dello stato delle cose.Poi quando si vota il partito degli amici di Maria stravince e a noi resterà la consolazione di avere visto giusto.Diventeremo come quei patetici vecchietti che sulle panchine dei giardini continuavano a ripetere che loro avevano capito che Mussolini stava sbagliando.

Credo,Nic cara,che sia il modo più giusto di scrivere:parlare di sè,senza fare i politologi da strapazzo.Ciao

nicbellavita ha detto...

Non riuscirei più a parlare di politica nemmeno se me lo imponessi. Mi riesce facile parlare di me, da sempre, ma adesso qualcosa sta cambiando.

Lanza ha detto...

Spero stia cambiando in meglio, Nico,per quanto il modo in cui lo dici non sia per nulla confortante.

 
Clicky Web Analytics