Vi spiego le cose ovvie...datemi solo il tempo di capirle

sabato 14 novembre 2009

I ride through the city's backsides


Pamela Sukhum - Poor boundaries



Pamela Sukhum - Question



Frequentando Internet e i suoi blog illuminati e corretti si può credere,almeno a me è successo,di vivere in un Paese di gente che ragiona,attento anche agli episodi marginali in quanto spia di malesseri più profondi,fiero difensore dei diritti inviolabili delle minoranze.Ma basta uscire di casa e andare a fare benzina o a comprare i giornali per ridurre le questioni sulle quali ci si arrovella ad una battuta lapidaria:”Se non le scopa lui quelle giovani,con tutti i soldi che ha”.Altro che lunghi ragionamenti sull’opportunità o meno delle dimissioni, sullo scontro di poteri e la genesi della Costituzione.Alla gente non interessa un tubo di tutte queste sottili distinzioni,ne hanno viste troppe per poter ancora credere che un governo possa cambiare la loro vita.Quello che sentono al telegiornale non fa che rafforzare una convinzione che hanno sempre visto confermata dall’esperienza:chi ha i soldi detta le regole,fissa i paletti e se qualcosa non è consentito quei paletti sposta lestamente.Non provate a dire che scrivete due stupidaggini in Rete,gratis per di più.Vi guarderebbero strano,nella migliore delle ipotesi,pensando a quanta gente strana senza nulla da fare ci sia in giro.

P.S. Nonostante tutto trovo che queste persone abbiano fotografato la realtà del nostro Paese senza bisogno di leggere tanto per formarsi un’opinione.Non saremo forse noi a volere sempre spaccare il capello in quattro?

16 commenti:

Mio Capitano ha detto...

Su questo post, è evidente che Berlusconi non ti è simpatico e non voterai per lui.
Sul post di sotto: pure io prima scrivevo di più. C'erano i pro e i contro. in qualche cosa non mi piacevo, però ero più libero di adesso. Prima ero anonimo e ora sono uno che ha una sua identità.

Zelda ha detto...

d'altronde, lui non ha mai parlato alla parte migliore delle persone;la sua specialità è semre stata rivolgersi al peggio.
ciao, Roberto, è bello tornare qui.

bp ha detto...

mhm certo quelle giovani vanno dove ci sono più soldi... ma poi 'quelle' cosa? quelle scope, quelle pezze da piedi? quelle cose?
quelle...cosa???

quanto al post sotto: ho il blog da 4 anni e anch'io prima scrivevo molto di più ma soprattutto ero molto molto molto più simpatica di adesso...

Anonimo ha detto...

Mi fa, paradossalmente, più rabbia la gente che lo protegge, che lo difende ad oltranza, che manda giù le spine senza fiatare e senza neanche tossire o quelli che ne ammirano il machismo ostentato, le capacità truffaldine e i camuffamenti, piuttosto che lui.
Siamo un popolo alla deriva, senza capacità critiche, senso civico e rispetto delle Istituzioni, a tutti i livelli, sia a destra che a sinistra; siamo un popolo arraffone che tenta solo di sopravvivere alla storia e il nostro presidente ci rappresenta degnamente. E mi dispiace tanto...tanto.

Linda

Anonimo ha detto...

ma...forse non è Berlusconi....è una tendenza iniziata già negli anni 80.....pensare che denaro e potere possano comprare tutto e tutti.....
ma finora non mi sono mai messa in vendita.....e ora se lo facessi non c'è più mercato se non come "auto" d'epoca....per fortuna....
w marte e w i marziani
carla

enne di niente ha detto...

Non difendo il signor B, ma non è che durante la prima repubblica ci fossero persone più oneste. Colombo, sant'uomo, tirava coca e si stupivano in pochi. Per non parlare di tutti gli affari sporchi che erano all'ordine del giorno.
Anch'io bloggo da quasi quattro anni, anche se spesso ho cambiato dimora, e avverto un certo senso di stanchezza.
Magari è solo una fase. Magari no.

Lanza ha detto...

Capitano carissimo,credo che essere pro o contro qualcuno non aiuti questa povera testa.Cerco di osservare ciò che accade senza avere già la risposta pronta.Non sempre ci riesco,ma almeno ci provo.
Sul post precedente:trovo che tu esponga le cose in modo semplice e diretto,aiutato da una evidente naturalezza nello scrivere.

Cara Zelda,è bello riaverti qui,dritta al punto come tuo solito.Ad essere cinici,se vuoi governare un Paese ti serve la maggioranza dei voti.Puoi trascurare tranquillamente i più informati e consapevoli.

Innanzitutto benvenuta bp.Trovo anch’io che sia una spersonalizzazione fastidiosa e volgare.Per il post sotto:allora non sono il solo a non avere l’umore che migliora con gli anni, come il vino:)

Linda bella,la tua analisi è fatta con il cuore ma io ho ancora speranza nelle persone che popolano il nostro Paese.

Cara Carla ,la tendenza temo sia iniziata ben prima ma si è manifestata chiaramente proprio in quegli anni.Detto fra noi credo che un “mercato” lo avresti ancora:)

Nico bella,Colombo la tira ancora:).Il problema credo che sia l’avidità dell’uomo(inteso come categoria).Certo che un periodo di stanchezza,o di voglia di piantare tutto,lo abbiamo attraversato tutti.

emma ha detto...

non amo la tendenza di appiattire l'opinione pubblica, anche se e` pure vero che l'"uomo da bar sport" sconcerta anche me, quasi sempre almeno.
in ogni caso i referenti principale della classe politica sono da almeno un quindicennio gli avventori dei panettieri o dei baretti da bianchetto, pertanto non posso biasimarti per l'analisi.
detto questo credo si possa fare qualcosa per far mutare questo stato di cose, io nel mio piccolo non faccio mai questi ragionamenti, anche quando parlo con la persona dietro di me in fila alla posta.

enne di niente ha detto...

Eh, ma stavolta è difficile che mi passi.

Lanza ha detto...

Emma cara,il punto è che io credo che ciò che dicono queste persone fotografi in modo eccellente il succo della questione.Diciamocelo francamente:se avessimo potere, denaro,elicotteri ed aerei privati,se fossimo in grado di fare o disfare leggi solo perchè non ci piacciono saremmo adorati.Tutti farebbero carte false solo per potersi vantare di essere nostri amici.Non dimentichiamoci che nelle discoteche dove c'è l'ultimo eliminato dal Grande Fratello devi arrivare con due ore di anticipo per entrare (esperienza personale)

Nico bella,se io volessi rivoluzionare la mia vita avrei solo l'imbarazzo della scelta (senza presunzione).Sono certo che tu avresti meno problemi di me,quello che ci frega è il nostro modo di pensare.

enne di niente ha detto...

Probabilmente hai ragione.
Notte, Roberto.

riccardo uccheddu ha detto...

A volte sembra anche a me che spacchiamo il capello in 4.
Forse dovremmo prendere le cose con un po’ più d’umorismo e non immedesimarci in S. Sebastiano o in qualche filosofo medievale.
Detto questo, non possiamo però negare che l’involgarimento della società abbia ormai toccato livelli notevoli anche per una cloaca di dimensioni medio-grandi.
Per quanto mi riguarda, ogni tanto cerco un po’ di lasciar correre pur senza abbandonare il campo.
Forse, la soluzione migliore è quella di cui parla Emma: non unirsi a certe chiacchiere di chi sta in fila con noi.
Comunque, se a caccia di “storielle” andasse un ministro donna, gli ammiccamenti e le strizzatine d’occhio scomparirebbero di colpo.
Il macho italiano (che non per questo è maschio) diventa “morale”, in questi casi… e lui sì,, scomunica e pontifica. Cloaca docet.

Lanza ha detto...

Sulla parte teorica sono imbattibile,Nico cara:)Notte a te.

Caro Riccardo è vero,a volte ce la prendiamo troppo e forse un po di senso dell'umorismo non guasterebbe.Oppure,come credo, bisogna sostanzialmente disinteressarsi di ciò che accade; nel senso di stare sopra alla cloaca,continuare a comportarci secondo i nostri principi e non permettere alla volgarità di travolgerci o contagiarci.

Anonimo ha detto...

Capita anche a me di pensare che su certi blog si vedano cose più interessanti di quanto accada nella vita reale. Il problema è l'omologazione, e il fatto che prevalga la gente che vuole le cose più becere, e i media li assecondano, perchè pensano che tutti siano così e vogliano questo.
Poi vai in giro e senti, forse non nei bar ;-), che la gente si chiede come mai da mesi si parli solo di escort o di trans e non di cose serie.....
Riguardo al post sotto, capita spessissimo anche a me di rileggermi a distanza di anni e di apprezzare molto più i vecchi post dei nuovi.
Forse è normale, nonostante quanto creda tu ;-) si cambia....
ciao
Audrey

Mio Capitano ha detto...

In realtà penso pure io che un governo non mi cambierà la vita. Tra l'altro sono anch'io tra quelli che scrivono in Rete gratis. Le mie stupidaggini non mi sembrano peggiori di quelle di giornalisti profumatamente prezzolati, ma c'è il non piccolo particolare che a quelli li pagano e a me no. Ciao Lanza.

Lanza ha detto...

Cara Audrey,anche se parli prevalentemente della tua vita e del tuo lavoro non ho mai pensato che ti disinteressassi di ciò che succede intorno a te e questa ne è la prova.Si cambia,altrochè se si cambia:)

Capitano carissimo,i governi regalano solo ai loro accoliti.Per quanto riguarda i giornalisti il difetto peggiore che imputo a molti di loro non è tanto la qualità di ciò che scrivono ma l'aver venduto la propria onestà intellettuale.Un saluto.

 
Clicky Web Analytics