Vi spiego le cose ovvie...datemi solo il tempo di capirle

martedì 26 luglio 2011

And our hearts inside scream for a second life



Credo che a Second Life si arrivi spesso in momenti di crisi:io spiavo già da qualche tempo blogs di persone che parlavano di questo mondo virtuale ma non avevo mai pensato di entrarci.Lo consideravo una eccentricità fuori dai miei interessi,ed infatti lo è stata sino al fatidico giorno.
Accedere a questa nuova realtà è facile:sul sito ufficiale si trova il viewer da scaricare (poi si passerà a Phoenix,più leggero e performante),si sceglie un nome (ignorando quasi sempre che sarà l’unica cosa che non si potrà più cambiare) e ci si connette.Sembra il primo giorno di leva:mi viene consegnato gratuitamente un avatar (per i maschi una specie di troglodita color rosa porcellino,le femmine hanno invece un archetipo femminile dello stesso colore detto “Ruth”,chi vuole rinascere transessuale, travestito o ermafrodita ha da lavorare un po’ di più) e un kit sopravvivenza (qualche straccio da indossare per non andare in giro nudi).
Ora faccio parte ufficialmente di una gigantesca comunità virtuale ma mi sento come quei profughi appena sbarcati da qualche tinozza galleggiante:sulla testa ho un tag con il mio nome,un profilo vuoto e il numero zero (i giorni di anzianità) non sarebbe neppure il caso di metterlo:cammino come un incrocio tra un androide rotto e Frankenstein,se cerco di parlare con qualcuno vengo quasi sempre trattato come un appestato e guardo i numerini degli altri con invidia:50,170,490 e quando leggo qualche 1500 per poco non mi genufletto.Mi sembrano strafichi,parlano tra loro,ogni tanto ridono rumorosamente e temo sempre che stiano ridendo di me.
La prima cosa che capisco è che il business la fa da padrone pure qui:per accedere alle aree “adult” si deve fornire una prova della raggiunta maggior età ed è largamente preferito nonchè più rapido l’acquisto con carta di credito.Ma le aree adult sono la parte più interessante di Second Life:pare che avatar modellati a somiglianza delle eroine dei fumetti erotici siano pronte a spericolate acrobazie sessuali con varianti sadomaso per cui il primo acquisto con Credit Card avviene dopo meno di un’ora dall’ingresso.
Ora si tratta solo di attendere che i server della Linden elaborino la mia richiesta.Mi disconnetto speranzoso.Il primo giorno è passato,il battesimo del fuoco è stato superato.Statisticamente un numero impressionante di persone rinuncia dopo il primo contatto per cui,se il giorno dopo tornerò,sarò sulla buona strada.O sulla cattiva?

7 commenti:

me ha detto...

Ciao Roby!!!
Innanzitutto bentornato...
Ma lo sai quanto ci sei mancato?!?

Venendo alle tue parole.
Se ci conoscessimo di persona, ti avrei fatto già una "capa tanta" di domande sull'argomento.
Essì, perché poi, alla fine, questa faccenda di second life mi fa un po' l'effetto di facebook: mi tengo prudentemente alla larga da una cosa che è potenzialmente pericolosa per me (conoscendomi...) ed intanto, ufficialmente, denigro tutto, crepando di curiosità dal di dentro!

Dicci tutto!!! ;)

Anonimo ha detto...

Non so di che parli, praticamente, e non so che rispondi, ma sono felice di leggerti, a prescindere dall'argomento.
Un abbraccio di bentornato o solo un abbraccio affettuoso, è uguale.
Linda

Lanza ha detto...

Grazie Me carissima:)
Anch'io ero curioso ed allora ho pensato di vedere cosa fosse.
Una cosa posso dirtela già da ora:Facebook e Second Life richiedono entrambi una certa cautela nell'uso.Ma mentre il primo semplifica l'uso di Internet nell'intento di attrarre sempre più utenti,il secondo è decisamente un passatempo per smanettoni un pò svitati.Bacio


Cara Linda proprio non ti ci vedo,pratica e concreta come sei,a pilotare un avatar in gonnella.
Vorrebbe essere un complimento,amica cara.Ricambio l'abbraccio,grazie di tutto l'interesse.Ciao

Anonimo ha detto...

E lo prendo come un bel complimento! :))

grazie Robi, buon preseguimento a te, ovunque ti piaccia.
Linda

nicbellavita ha detto...

Bentornato. :)
Second Life non mi ha mai tentato, e da adesso mi tenterà ancora meno: faccio già fatica a gestire la mia vita vera.
;)

Censorina ha detto...

Sei appena arrivato e già mi fai scervellare. Per fortuna che le tue precedenti risposte mi hanno illuminato un po?. Non conoscevo l'esistenza di Second Life. Per mi, qui sopra, è tutto seconda vita.
Bentornato. Ciao.

Lanza ha detto...

Cara Nico,che piacere rivederti da queste parti.Second Life è un'esperienza estrema,serve essere un pò matti.Tu non mi sembri il tipo.Ciao

Censorina carissima,vale quello che ho scritto sopra.Ma se vuoi saperne di più in maniera indolore,te lo racconto io.Ciao

 
Clicky Web Analytics