Vi spiego le cose ovvie...datemi solo il tempo di capirle

lunedì 17 ottobre 2011

Saturday night fever



La domanda viene istintiva:ma dopo tutta questa fatica per rendersi presentabili,come si passa il tempo su Second Life?Per prima cosa ci sono gli amici:persone conosciute peregrinando per ogni dove con le quali si ritiene di avere un feeling,anche solo potenziale.Degli amici (forse meglio usare il termine “contatti”) si può sempre monitorare lo status (se sono connessi oppure no),fare due chiacchiere in tempo reale ed anche incontrarsi “de visu” tramite l’onnipotente teleport.Se avete amici ed amiche intraprendenti ed informati/e siete fortunati:vi trascineranno da un vernissage ad una mostra fotografica ad un concerto live.Poi esiste sempre la grande risorsa delle discoteche e sale da ballo che sono centinaia:alcune in sfarzosi saloni finto-settecenteschi,altre su spiagge meravigliose a pochi metri dal mare.
La prima volta tocca fare la parte del pesce in barile:tutti si dimenano al ritmo della musica,sotto le luci psichedeliche ed io sto in un angolo cliccando tutto il cliccabile.Poco dopo scoprirò che avrei dovuto cliccare una enorme sfera che sovrasta il dancing floor e prende il nome di chimera,per avere accesso al menu che comprende svariati stili di danza,dalla più tranquilla alla street dance vera e propria.
Il bello del ballo “ognuno per conto suo” è che è totalmente automatico:se siete in compagnia di amici basta un brb (be right back) e potete tranquillamente andare a fare la doccia,fumare una sigaretta in terrazzo,versarvi una generosa dose di caffè mentre continuate a scatenarvi in pista.Magari per scoprire,al ritorno,di avere fatto colpo sulla biondina con lo spacco assassino:otto IMs che iniziano con un promettente”Wow,you’re hot” e poi scandiscono ogni due minuti “Are you there?”.Peccato che,fiondandomi sulla tastiera per scrivere galanterie da strapazzo,scopro che ora è lei ad essere sotto la doccia.
Il ballo in coppia è differente:innanzitutto la dama di solito non gradisce le assenze prolungate,quindi mi reputo fortunato se riesco ad afferrare una tazza del solito caffè.Le coppie poi sono già formate quindi anche l’effetto acchiappo si azzera,con mio sommo scorno,avendo adocchiato in sala un paio di notevoli pollastrelle.Manca solo che la dama/amica si metta a parlare dele sue pallosissime vicende di vita reale e poi siamo a posto.Perchè gli avatars hanno sempre vent’anni o giù di lì,ma i proprietari viaggiano quasi tutti sui cinquanta e, dietro la femme fatale della situazione, spesso si celano attempati camerieri di ristorante.Con due baffoni da far paura.

16 commenti:

Anonimo ha detto...

Bella chiusura, Robi! Allora, se davvero continua a piacerti, nonostante tu sia ben consapevole dell'inganno che si cela (o che può celarsi) dietro la magnifica sventolona ventenne, vuol dire che è amore vero!
Un bacione, Linda.

Bastian Cuntrari ha detto...

Finalmente - per una volta - hai azzeccato il TAG del post: cazzate! Ma quell'avatar è una tua dama? E cioè il baffuto cameriere?
Ma non ti manchiamo NOI, che magari ci facciamo lo sconto di qualche annetto, giusto per non avere l'odiosissima diecina tonda tonda che ci fa sentire vecchie?
O che manteniamo da sempre la stessa fotina che è comunque più giovane di noi?

Qualche giorno fa ti ho pensato molto seguendo un episodio di CSI-New York (questo), in cui Mac Taylor deve addentrarsi in Second Life per beccare un killer...

Ti ho pensato, dicevo, e ricordavo il post in cui descrivevi il tuo abbigliamento da "piacione"... Ti avrebbe beccato subito, il killer! Ma insomma, Lanza, manco tu sei di primo pelo... Che minchia ci stai a fare, là? Torna tra noi umani, pleaseeeee!!! I missing you...

nicbellavita ha detto...

Roberto, sarò l'unica a non esserci mai entrata? Chissà, forse una seconda vita virtuale potrebbe essere finalmente quella giusta.
OT.
Oggi ho iniziato a leggere "Le porte della percezione".

nico ha detto...

Ho dato un'occhiata al fimato: sembra un videogioco, la grafica è più o meno quella dei dvd della PlayStation. :-|

Bastian Cuntrari ha detto...

@Nico... no, siamo almeno in due, gemella diversa!
E il nostro Roberto va là per fare er piacione! Ma hai letto i suoi post precedenti sulle esperienze in secon life? Quello in cui deve trovare un acconcio abbigliamento è esilarante! Ma mi mancano i suoi post normali e i suoi quadri bastardinside!
Speriamo rinsavisca. E grazie per essere passata da me...

Lanza ha detto...

Hai ragione Linda : appartengo a quella parte di utenti che privilegiano l’immediatezza
dell’immaginazione e dell’emozione alla ricerca della verità ad ogni costo.Non mi permetto di giudicare ma ne approfitto per riflettere:se un contabile si trasforma in in un sadico mercante di schiavi tutto bene,l’unica cosa che viene percepita come “sleale” è il cambiamento di gender,come dicono qui.E’ così importante l’identità sessuale anche all’interno di quella che alla fine è dichiaratamente una finzione?Perchè nessuna donna si sognerebbe di spacciarsi per un uomo mentre è frequente il contrario?Un bacione pure a te,grazie per l’intervento.Ciao

Non ti ringrazierò mai abbastanza per questi interventi,Bastian: oltre a farmi capottare dalle risate,mi forniscono anche qualche spunto per riflettere.Prima di iniziare questa esperienza (visto che resto convinto che il gioco sia una cosa da affrontare seriamente) mi sono documentato un po’:dalle semplici guide per conoscere meglio questo nuovo mondo a libri dove si si parlava del “bisogno” di virtuale dei nostri giorni,sino ad un romanzo ( Sarka di Claudio Forti) che mi sento di consigliare a te e a tutti.Bene,un atteggiamento da “Lasciate ogni speranza o voi che entrate”,la percezione di avere in qualche modo perso chi solo osi affacciarsi in questo universo è,per quel che ho letto in proposito, in qualche modo la manifestazione di un disagio irrazionale.E’ la paura di ciò che non si conosce e ci si rifiuta ostinatamente di conoscere,quasi che la possibilità di replicarci potrebbe confermare certe nostre paure che preferiamo lasciare riposare in una perenne incertezza.
Naturalmente questa è un’osservazione bonaria,Bastian cara.Dopo il primo periodo di full immersion,durato una decina di giorni,oggi mi collego saltuariamente per brevi periodi.Per contattare quei quattro amici che ho,perché questo è tutto quello che ti resta di solito:l’aver conosciuto qualche persona interessante.Ciao

Sei in buona compagnia,Nico cara.Però mi pare tu abbia l’atteggiamento giusto:moderata curiosità mista ad un po’ di timore.
OT
Spero ti piacerà,per me rimane un testo sacro:)

Hai ragiona Nico,è un gioco.Quello che lo rende inquietante è che dietro ad ogni pupazzetto c’è una persona in carne ed ossa,quindi le azioni e le interazioni sono infinite ed imprevedibili.Anche le chat e i blog hanno questa caratteristica,ma qui l’aspetto grafico rende tutto molto più coinvolgente.

Sono sulla strada del ritorno,Bastian:) Così potremo finalmente parlare un pò dell’incapacità della classe politica,dello Scajola di turno(perché tanto ce ne sarà sempre uno)eccetera eccetera.Ma cambiare un po’ ogni tanto no? :)

nico ha detto...

Ecco: torniamo in noi. :)
Tu a parlare di politica in maniera tagliente e, diciamolo, un po' fuori del coro, io a blaterare di sentimenti, o al più di cinema. :)

@Bastian, ho buttato via il cappottino nero, ma ne ho comprati altri due. Neri anch'essi: è che son troppo colorata di mio. :)))

missminnie ha detto...

mai entrata in second life, mi annoierei. già stare a pensare se quello con cui parlo è maschio sul serio o femmina o trans o marrazzo ..suvvia, siamo seri. ci sono talmente tante cose divertenti da fare nella first life che non ho tempo di second life. ahimè, capisco di essere terribilmente agèè, e mi sa che quando sarà ora non mi farò conquistare neanche da una scopata con un avatar ma continuerò a preferire il mio amante in carne ed ossa :)
auguri belli a te, e ai tuoi avatar.

nico ha detto...

Ciao Roberto,
passavo di qui, pensando che avessi aggiornato.
;)

Linda ha detto...

Caro Roberto, Splinder probabilmete chiuderà e per questo gli utenti stanno migrando dulle altre piattaforme disponibili. In tanti siamo già su blogspot, ma da più parti chiedono informazioni varie, tipo: perché bisogna sempre loggarsi per commentare (anche si è già loggati), come si fa a capire chi c'è che scrive e quando scrive (cioè se esiste una comunità), come si capisce che ci sono commenti recenti ai propri post. Io ne so meno di loro, ma ho detto che avrei chiesto a te. Se tu puoi aiutarci, te ne sarei grata. La migrazione e l'abbandono di SPlinder è stato un vero trauma, altro che crisi globale ;) ... Quando hai tempo e se ti va...
Un bacione.

Lanza ha detto...

Nico cara,è incredibile come sia difficile per me concretizzare un paio di idee in forma scritta.Devo scrivere da un mese un post conclusivo su Second Life e continuo a rimandarlo.Al massimo lo scriverò in spiaggia:)

hai ragione Minnie,una vita sola basta e avanza:)Ciao

Sono mortificato,Linda ma leggo questo tuo messaggio solo ora.Sono appena passato da te e ho visto che sei già molto più avanti di me,quindi nessun problema per fortuna.Mi spiace solo averti fatto pensare di avere glissato la tua richiesta mentre non sarei stato di molto aiuto,ma avrei risposto in ogni caso.Ciao e scusami ancora.

missminnie ha detto...

come passano il natale quelli di second life? ...noi qui mangiamo agnolotti e pandoro con nutella, ce è libidinosa assai assai :)

*nita ha detto...

Buone feste, Roberto: purtroppo ce n'è ancora un bel po'.
Baci. :)

Linda ha detto...

Buon anno, caro Roberto! Spero che, ovunque tu sia e qualsiasi cosa tu stia facendo, il tuo 2012 sia proprio come lo desideri! Un abbraccio forte, in attesa di rileggerti. Con affetto, Linda :)

nico ha detto...

Visto che ti rifiuti di aggiornare, Buon Anno in questa landa desolata. ;)
E che almeno questo sia un buon anno davvero.

La Donna Scarlatta ha detto...

ammazzaquant'èbbruttalatipaaa

 
Clicky Web Analytics